Il Papa alle vittime di abusi: il silenzio sul vostro dramma si rompe ascoltandovi

4



Francesco ha incontrato questo pomeriggio a Casa Santa Marta una delegazione di persone vittime di abusi in età minorile da parte di membri della Chiesa, provenienti dalla diocesi di Nantes, in Francia. Nel messaggio consegnato al mattino dalla Commissione Tutela Minori, ricorda che “l’abuso è un tradimento della nostra umanità data da Dio”

Vatican News

Papa Francesco ha incontrato questo pomeriggio a Casa Santa Marta una delegazione di persone vittime di abusi in età minorile da parte di membri della Chiesa, provenienti dalla diocesi di Nantes, in Francia. Le persone erano accompagnate da alcuni religiosi della Congregazione dei Fratelli Monforte di San Gabriele e della Commissione per il Riconoscimento e la Riparazione (Crr) della diocesi francese. Il gruppo aveva incontrato per due ore, nel corso della mattina, la Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori, nella sua sede in centro a Roma, a Palazzo Maffei Marescotti, e qui gli era stato letto e consegnato un messaggio del Papa. E’ stato un momento di ascolto, apprendimento e dialogo focalizzato sul percorso di testimonianze, memoria e prevenzione che portano avanti con la Chiesa locale e la Congregazione.

Tutti insieme per rompere il silenzio degli abusi

“Il sovvertimento dei diritti di un bambino attraverso la violenza e l’abuso è un tradimento della nostra umanità data da Dio” scrive Francesco. Voi, ricorda, come “molti bambini e persone vulnerabili” avete sperimentato “il male più grande in un luogo in cui avete – insieme alle vostre famiglie – cercato ciò che è vero e buono”. “Ho chiesto alla Commissione di ascoltare le vostre parole a nome mio e di raccogliere le vostre testimonianze – prosegue il Pontefice nel suo messaggio – affinché possano rafforzare e ispirare il nostro impegno comune per sradicare gli abusi dalla nostra Chiesa e dalle nostre comunità. Possiamo farlo solo insieme, tutti insieme, ognuno facendo la sua parte per rompere il silenzio degli abusi”.

Ascoltare ciò che vittime e sopravvissuti hanno da dire

Come dimostra il vostro cammino insieme ai Fratelli Monforte di San Gabriele, continua il testo “questo silenzio può essere rotto se all’interno dell’Istituzione stessa c’è un’apertura attiva e rispettosa ad ascoltare ciò che le vittime e i sopravvissuti hanno da dire. Questo non è sempre facile e mi congratulo con tutti voi per questo risultato di camminare e imparare insieme in un dialogo onesto”. Da parte sua, Papa Francesco conclude rinnovando “l’impegno non-negoziabile delle Chiese per I’attuazione e la verifica delle politiche di salvaguardia e degli standard professionali nella formazione umana del nostro clero e dei nostri religiosi, nonché la ricerca di ambienti sicuri nelle nostre scuole”. E ringrazia le vittime “per il vostro coraggio e la vostra resistenza, sappiate che siete ascoltati”. All’inizio del suo messaggio, il Papa ricorda di aver istituito la Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori “per voi e per i molti bambini e persone vulnerabili” vittime degli abusi.



Da vaticannews.va

Questo sito se serve dei cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Non ci assumiamo nessuna responsabilità, sei libero di accettare o no. Accetta Leggi...

CHIESE FERIALI Pre-festiva Festiva

Gli orari possono subire variazioni in occasione di festività o eventi. (per conferma consultare il calendario)
Aggiornamento del 21-06-2022

  LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
 Chiesa Madre 19:00 19:00 19:00 - 19:00 19:30

08:00  11:00  19:00

 S. Giuseppe   Patriarca - - - 19:00 - - -
 S. Giuseppe da  Copertino 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30
 Santi Medici - - - - - 18:00 -
 Madonna della   Neve sospesa sospesa sospesa  sospesa sospesa  sospesa  sospesa