Ucraina: Mosca “non intravede soluzioni diplomatiche” e accelera sul Donbass

13


In Ucraina missili russi sono esplosi ad appena 300 metri dalla centrale nucleare di Mykolaiv, nel sud ovest del Paese, le autorità di Kiev denunciano bombardamenti anche nei pressi dell’impianto di Zaporizhzhia. E mentre le truppe ucraine continuano a conquistare posizioni, il Cremlino respinge le accuse di strage di massa ad Izyum

Marco Guerra – Città del Vaticano

Centoquarantasei corpi, in gran parte civili, tra i quali 2 bambini, sono stati riesumati finora dalle sepolture di massa a Izyum, villaggio riconquistato dagli ucraini nell’nordest del Paese, secondo quanto riferisce il governatore locale.

Erdogan: Putin vuole fine guerra

Il portavoce del Cremlino, Dimitry Peskov, definisce la vicenda una “menzogna” simile a quella di Bucha e ribadisce che la Crimea è parte indivisibile della Russia e che le repubbliche del Donbass sono stati indipendenti. Successivamente lo stesso Peskov ha detto che non ci sono prospettive di una soluzione politica e diplomatica della situazione in Ucraina. In queste ore però il presidente turco Erdogan, in un’intervista alla tv statunitense Pds, ha sottolineato che dagli incontri avuti in Uzbekistan, al vertice di Samarcanda, ha colto l’impressione che Putin voglia mettere fine alla guerra.

Truppe di Mosca in difficoltà sul terreno

Intanto, diverse fonti confermano le difficoltà russe sul terreno. Secondo l’intelligence britannica, Mosca ha perso quattro caccia negli ultimi 10 giorni e a causa della mancanza di militari ha reclutato 400 detenuti dalle carceri. Inoltre, le forze ucraine hanno ripreso il controllo di un altro villaggio della regione di Luhansk e il presidente Zelenski ha affermato che le forze di Kiev si sono stabilizzate nelle zone riconquistate nella regione di Kharkiv. Sul fronte diplomatico l’Occidente si mostra compatto, il rappresentate degli affari esteri dell’Ue, Josep Borrell, ha confermato che i Paesi dell’Unione continueranno ad aiutare Kiev a difendersi. Allo stesso tempo il vice presidente del Consiglio di sicurezza nazionale russo, Dmitry Medvedev, con un post su Telegram, ha esortato a tenere il più presto possibile i referendum per l’annessione del Donbass.

 



Da vaticannews.va

Questo sito se serve dei cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Non ci assumiamo nessuna responsabilità, sei libero di accettare o no. Accetta Leggi...

CHIESE FERIALI Pre-festiva Festiva

Gli orari possono subire variazioni in occasione di festività o eventi. (per conferma consultare il calendario)
Aggiornamento del 21-06-2022

  LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
 Chiesa Madre 19:00 19:00 19:00 - 19:00 19:30

08:00  11:00  19:00

 S. Giuseppe   Patriarca - - - 19:00 - - -
 S. Giuseppe da  Copertino 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30 08:30
 Santi Medici - - - - - 18:00 -
 Madonna della   Neve sospesa sospesa sospesa  sospesa sospesa  sospesa  sospesa