Parrocchia San Michele Arcangelo

Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime

9

Il manifesto del Meeting 2020
Foto: Meeting di Rimini

Il Meeting non si ferma ed indica all’ Italia la strada per un vero rinnovamento post Covid-19. “Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime”, il tema della edizione Meetind di Rimini 2020 confermata nelle date previste, dal 18 al 23 agosto, in una “special edition” che sarà realizzata in forma prevalentemente digitale nel Palacongressi di Rimini e comunicata tramite una piattaforma online sui canali web e social della manifestazione.

 La manifestazione, dal titolo”Tanti amici del Meeting e numerose personalità con responsabilità pubbliche sono in attesa di una manifestazione che possa dare un contributo significativo alla ricostruzione”, ha dichiarato Bernhard Scholz, neo presidente della Fondazione Meeting. “Ecco perché abbiamo immaginato una “special edition”, che dia continuità ad una storia di quarant’anni, seppur nella discontinuità temporanea della forma con cui sarà proposta. Il titolo di questa edizione indica l’orizzonte nel quale si vogliono approcciare le questioni più urgenti sul nostro futuro. Senza meraviglia tutto diventa oggetto di calcolo e di possesso mentre lo stupore e la gratitudine che ne conseguono sono fermenti di speranza e di creatività, fonti di una responsabilità coraggiosa e condivisa”.

Speranza, fiducia, cura, visione, ricostruzione e sussidiarietà. Saranno queste le parole chiave con le quali saranno affrontate le domande sulla ripresa economica, le politiche europee, la cura e la salute, il contributo della scienza, i dialoghi interculturali e interreligiosi e l’incontro con grandi autori. Soprattutto nella fascia serale sono previste testimonianze significative e spettacoli.

 Al Palacongressi e non più in Fiera ci sarà una forma blended che integra un formato prevalentemente digitale con la possibilità di partecipazione fisica da 200 ad un massimo di 400 persone per due eventi al giorno.

Anche le mostre verranno realizzate in forma digitale visitabile virtualmente da casa. Al Palacongressi saranno allestite due mostre in una forma che permetta delle visite senza assembramenti.

 Il formato digitale del Meeting di quest’anno è agevolato dal fatto che nelle ultime edizioni il Meeting aveva investito in nuove tecnologie, prevedendo che tutti gli incontri fossero trasmessi con streaming live multipiattaforma in italiano e in inglese e in differita con traduzione in varie lingue, potenziando il sito internet e l’app proprietaria.

E intanto il primo appuntamento è domani con Meet the Meeting l’evento che per due anni si è svolto nelle piazze di tutta Italia, quest’anno si svolgerà in versione digitale dal Palacongressi di Rimini.

sabato 23 maggio è per le 18.30 sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Meeting, su Youtube anche con traduzione simultanea in inglese. A presentare il Meeting 2020 sarà il presidente della Fondazione Meeting Bernhard Scholz. Con lui dialogheranno protagonisti dell’edizione 2020 tra cui Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia politica all’Università di Bologna e presidente della Pontificia Accademia delle Scienze sociali e lo scrittore Luca Doninelli. Atteso il contributo del regista e attore Giovanni Scifoni, lo scorso anno al Meeting con i suoi ‘Santi’ e altri racconti, che commenterà nel suo stile il titolo del Meeting 2020 ‘Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime’. “I volontari delle piazze continuano a stupirci con il loro impegno e la loro creatività che sta giungendo in maniera capillare a tutti, coinvolgendo personalità e media locali”, racconta Nicoletta Rastelli, responsabile dell’evento. Quest’anno le città coinvolte nella preparazione e diffusione dell’evento sono 57: Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Belluno, Bologna, Borgomanero, Brescia, Cagliari, Cambiago, Casale Monferrato, Catania, Cernusco sul Naviglio, Cesena, Chiavari, Cosenza, Cremona, Firenze, Foggia, Forlì, Gallarate, Genova, Gessate, Guglionesi, La Spezia, Lucca, Luino, Magenta, Massa, Matera, Melzo, Milano, Monte San Savino, Monza, Napoli, Oderzo, Padova, Pavia, Perugia, Pesaro, Pescara, Piacenza, Pisa, Potenza, Ravenna, Riccione, Rimini, Roma, Salerno, San Donà di Piave, San Severino Marche, Senigallia, Torino, Trento, Udine, Varese, Viareggio. Sul sito meetthemeeting.org si trova l’elenco sempre aggiornato con i recapiti dei referenti locali.

Sul sito meetthemeeting.org, inoltre, è già possibile donare per sostenere il Meeting e ricevere in regalo una bottiglia di ottimo vino Sangiovese. Il vino perché, come il Meeting, è gusto, storia, qualità, incontro, amicizia, allegria… e arriva al cuore di tutti.

Segui il live streaming di Meet the Meeting: Facebook | YouTube Ita | YouTube ENG




Fonte: http://www.acistampa.com/