Sito Ufficiale

Ponte Morandi, Papa Francesco ai genovesi: “Non siete soli”

2


Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez CNA

“Voglio dirvi che non vi ho dimenticato, che ho pregato e prego per le vittime, per i loro familiari, per i feriti, per gli sfollati, per voi tutti, per Genova. Di fronte a eventi di questo genere, il dolore per le perdite subite è lancinante e non facile da lenire, come pure è comprensibile il sentimento di non rassegnazione di fronte a un disastro che poteva essere evitato”. Così Papa Francesco si rivolge – dalle colonne del quotidiano Il Secolo XIX – ai genovesi, un anno dopo il crollo del Ponte Morandi che il 14 agosto 2018 provocò la morte di 43 persone.

“Non ho risposte – aggiunge Francesco – perché dopo queste tragedie c’è da piangere, rimanere in silenzio, interrogarci sulla ragione della fragilità di ciò che costruiamo, e c’è soprattutto da pregare. Siamo uomini e donne pieni di difetti e debolezze, ma abbiamo un Padre Misericordioso a cui rivolgerci, un Figlio Crocifisso e risorto che cammina con noi, lo Spirito Santo che ci assiste e ci accompagna. Abbiamo una Madre in Cielo che continua a stendere il suo manto su di noi senza mai abbandonarci”.

“Vorrei dirvi anche – conclude il Pontefice – che non siete soli perché la comunità cristiana, la Chiesa di Genova, è con voi e condivide le vostre sofferenze e le vostre difficoltà. Quanto più siamo coscienti della nostra debolezza, della precarietà della nostra condizione umana, tanto più riscopriamo la bellezza delle relazioni umane, dei legami che ci uniscono, come famiglie, comunità, società civile”.

Domani – giorno del primo anniversario della tragedia – l’Arcivescovo di Genova, il Cardinale Angelo Bagnasco, presiederà una Messa di suffragio nei pressi del luogo del disastro.





Fonte: http://www.acistampa.com/