Parrocchia San Michele Arcangelo

Appello di Caritas Italia per prorogare la domanda del Reddito d’emergenza

65

[ad_1]

La data è quella del 15 settembre: l’organismo della Chiesa cattolica chiede di allungare i termini di presentazione della domanda che scade oggi. Drammatico l’aumento degli indigenti dallo scoppio della pandemia

Lisa Zengarini – Città del Vaticano

Una proroga di un altro mese e mezzo dei termini per la presentazione della domanda del Reddito di emergenza, la misura che il governo Conte ha messo in campo per coloro che, colpiti dalla crisi causata dal Covid-19, non hanno potuto accedere alle altre forme di supporto economico previste. A chiederlo è la Caritas italiana, secondo la quale occorre “concentrare gli sforzi e le risorse per continuare a sostenere chi è in difficoltà, in attesa che vengano definiti piani organici di ripresa economica”. Il termine, già prorogato il 30 giugno, scade oggi.

 

Migliaia di persone aiutate dalla Caritas

“Gli effetti economici della crisi stanno colpendo una quota sempre più consistente e ampia di popolazione con conseguenze drammatiche già oggi sotto gli occhi tutti, ma che potrebbero esacerbarsi ulteriormente nelle prossime settimane”, sottolinea un comunicato la Caritas. In soli tre mesi, da marzo a maggio, sono state 450mila le persone che si sono rivolte ai servizi dell’organizzazione cattolica presenti su tutto il territorio nazionale. Un terzo di queste persone non si era mai presentata ai centri. Per la maggior parte di esse “la pandemia ha rappresentato un baratro di impoverimento, paura per il futuro e sfiducia”, evidenzia la Caritas italiana. Di qui la richiesta della proroga: “Si tratta di uno slittamento che non peserebbe sullo Stato e che invece in questo momento rappresenterebbe un grande aiuto per molti cittadini nel nostro paese”, afferma  l’organismo della Cei.

[ad_2]
Origine articolo Vatican News