AFRICA/CONGO RD – Quasi 900 persone uccise nell’ovest in scontri tra comunità

29


Kinshasa – Quasi 900 persone sono state massacrate in quattro villaggi in violenze comunitarie nell’ovest della Repubblica Democratica del Congo , tra il 16 e il 18 dicembre. Lo ha denunciato l’Alto Commissariato ONU per i Diritti dell’Uomo. Il massacro è avvenuto nei pressi di Yumbi, nella provincia di Mai-Ndombe, circa 300 km a nord della capitale Kinshasa, e non sarebbe legato alle tensioni per le elezioni tenutesi il 30 dicembre ma a rivalità tra le comunità Banunu e Batendé.
Oltre alle vittime si contano gravi danni materiali: 465 case private ed edifici pubblici sono stati incendiati o saccheggiati. Tra questi vi sono due scuole, un centro sanitario, un ambulatorio, un mercato e un ufficio della Commissione Elettorale Nazionale Indipendente . Oltre 16.000 persone si sono rifugiate nella vicina Repubblica del Congo . A seguito del massacro le autorità di Kinshasa avevano deciso di rinviare il voto nell’area previsto il 30 dicembre.


Link Origine

Questo sito se serve dei cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Non ci assumiamo nessuna responsabilità, sei libero di accettare o no. Accetta Leggi...

Privacy & Cookies Policy