Sito Ufficiale

A Jasna Góra la Polonia ai piedi di Maria ringrazia per i 100 anni di indipendenza

1


Un momento della celebrazione
Foto: Conferenza episcopale polacca

Oltre 60.000 pellegrini a Jasna Góra alla celebrazione dell’Assunta, anche Papa Francesco ha salutato i pellegrini.

Il bene è sempre più grande del male, c’è più bene nel mondo, perché il bene è una via dell’amore e l’amore viene da Dio, perché Dio è amore – ha detto l’arcivescovo Jan Romeo Pawłowski, delegato del Papa ieri 15 agosto per la solennità  dell’ Assunzione della Beata Vergine Maria a Jasna Góra, durante le celebrazioni del 100 ° anniversario del ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Repubblica di Polonia.

Oltre 60.000 fedeli, che sono venuti a Jasna Góra in pellegrinaggi a piedi, hanno partecipato alla solenne Eucaristia. La maggior parte erano pellegrini di Varsavia.

“Jasna Góra ha sempre radunato i polacchi, è il trono spirituale della regina di Polonia, il santuario nazionale, la capitale spirituale. Come diceva San Giovanni Paolo II,  spesso pellegrino in questo luogo: I polacchi sono abituati a venire a Jasna Góra … perché qui il cuore della Nazione batte nel cuore della Madre. Perché qui siamo sempre stati liberi . Ed eccoci liberi! ”- ha affermato l’arcivescovo Pawłowski.

Nell’omelia, Pawłowski ha dichiarato: “Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene. Crea bene, agisci bene, vivi bene. Anche se dovessero prenderci in giro, puntarci il dito, punirci, faremo del bene. Perché il bene, la bellezza e l’amore sono i nostri percorsi di pellegrinaggio terreno ”.

Nel periodo dei pellegrinaggi di quest’anno, dal 12 maggio al 14 agosto, 182 pellegrinaggi a piedi sono arrivati ​​a Jasna Góra, alla quale hanno partecipato 86.000 pellegrini. Sono oltre 4.000 i pellegrini in più rispetto allo scorso anno.

Alla celebrazione del centenario del ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Polonia ha partecipato anche l’ambasciatore israeliano. “Pace e felicità per tutti sono i più importanti. Lo auguro di più ”- ha detto Anna Azari.

La celebrazione del ringraziamento  a Jasna Góra segna il prossimo passo della celebrazione del 100 ° anniversario del ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Polonia dopo la celebrazione che  si è svolta il 13 marzo di quest’anno a Varsavia con la partecipazione del Segretario di Stato vaticano, Cardinale Pietro Parolin. In questa occasione, è stato anche emesso un francobollo postale. Il 6 giugno, nei giardini della Nunziatura Apostolica a Varsavia, è stato inaugurato un monumento di Achille Ratti, il primo nunzio nella Polonia indipendente e in seguito Papa Pio XI.





Fonte: http://www.acistampa.com/